Get Adobe Flash player

CAFFE DEL MARTEDI'

 

PROGETTO CAFFÈ DEL MARTEDÌ

Il Progetto “Caffè del martedì” rappresentano l’attivazione dei Laboratori ludico-ricreativi e terapeutici, a cadenza settimanale pomeridiana, dedicati ai pazienti affetti da patologia quali Demenze, Alzheimer e Parkinson considerando, a seconda delle necessità dell’utente, sia attività di gruppo (musicoterapia, laboratori di pittura, ginnastica dolce), sia attività individuali (stimolazione cognitiva).

Nel complesso si sono stati avviati i laboratori da gennaio 2015 tutti i martedì per un totale di 2h cadauno. Ad oggi ai laboratori partecipano costantemente da 14 a 18 utenti un operatore professionista e con un rapporto dei volontari di 1 a 2.

Nel complesso sono stati svolti prevalentemente laboratori di ginnastica dolce e laboratori cognitivi (il 70% dei laboratori svolti). Tra gli altri laboratori, l’equipe ha evidenziato come la maggioranza dei partecipanti privilegi l’attività artistica.

Su richiesta, viene inoltre fornito un servizio di assistenza al domicilio, per i famigliari dei pazienti temporaneamente allettati con particolari bisogni di assistenza.

 

La principale criticità risiede nel fatto che, il progetto, si prende in carico di malati che hanno, notoriamente, un fortissimo impatto economico, sociale e psicofisico più sulla persona che cura (Caregivers) che la persona che queste cure le riceve.  Per questo motivo, è troppo limitata l’operativa di professionisti, che sollevano, per un po’ di tempo, le responsabilità dei caregivers, rispetto all’enorme bisogno effettivamente necessario.

Alcuni punti di riflessione riguardano:

  • La necessità di una formazione continuata dei nuovi volontari inseriti, attualmente mancante.
  • La richiesta di un trasporto gratuito dei malati da e verso casa, attualmente a carico delle famiglie.
  • La possibilità di istituire un maggior dialogo con le istituzioni, attualmente impiegante a sostenere interventi di natura sanitaria più che sociale.

Una ultima questione è quella di implementare le opportunità di relazioni fra i diversi nuclei familiari, operatori/volontari e territorio. In questo senso è emerso come fondamentale lo sviluppo di una cultura dell’incontro, dell’aiuto, del sostegno reciproco e dello stare insieme, che sappia promuovere l’aggregazione e contrastare le situazioni di solitudine e fragilità in cui spesso versano i pazienti affetti da malattia di Alzheimer e Parkinson e i loro familiari

 

UTENTI IN CARICO

NUCLEI FAMILIARI: Nr 18

PERSONE MALATE: Nr 23, di cui accolte in laboratorio n. 20 e assistite al domicilio n.3

Laboratorio Arianna

CONTATTI:

Anno di costituzione: 2003 (evoluzione del Progetto Respiro)
Referente: Isabella Cargnoni
Indirizzo:
Corso Torino 36/b
27029 Vigevano PV
Tel. 0381-325.000
fax 0381-329.499
E-mail

 

MATERIALE INFORMATIVO:


Volantino

 

FOTOGALLERY