Get Adobe Flash player

Banca del Tempo

DESCRIZIONE:

Il progetto Tempo al Tempo iniziato nell’anno 2010 e voluto fortemente da Caritas Vigevano, è mirato all’attivazione di uno strumento, straordinariamente efficace e rodato in molte altre realtà della Regione e da oggi presente anche nel nostro territorio: la prima Banca del Tempo della Lomellina.
Come Caritas di Vigevano, abbiamo infatti ritenuto molto più efficace e di più duraturo effetto, la possibilità di attivare questo strumento attraverso il quale si creeranno legami di reciprocità, di dono, di unità, strumenti per sostenere una visione più fraterna dell'economia e delle difficoltà economiche e sociali: solo in questo modo si può infatti pensare di creare una rete di solidarietà tra le famiglie che vivono la medesima sofferenza e, se pensata ancora più in grande e a lungo termine, diventare parte di una cittadinanza attiva e solidale.

La Banca del Tempo della Lomellina “TEMPO AL TEMPO”, inoltre permetterà di:

  • sviluppare le relazioni tra gli individui contribuendo alla socializzazione;
  • ricreare i rapporti di “buon vicinato”;
  • migliorare la qualità della vita degli utenti risolvendo problemi pratici del quotidiano;
  • migliorare l’utilizzo del proprio tempo;
  • avere la possibilità di fare cose diverse dalla propria attività lavorativa;
  • stimolare il diffondersi di saperi e di antichi mestieri;
  • creare un’economia complementare, ma non antagonista, a quella tradizionale, basato sulle leggi dello scambio senza l’uso del denaro;
  • avere la possibilità di poter godere di benefici anche se non si possiede denaro sufficiente.

 

ATTIVITA’:

L’equipe di progetto dell’associazione si prenderà l’incarico di favorire, programmare e, in prima istanza, coordinare fino ad una completa e autogestita indipendenza (costituzione di associazione famigliare autonoma), di questa particolare “istituto di credito”, in cui non viene depositato denaro, ma tempo da scambiare e in cui il tempo speso si ripaga senza interessi con altro tempo anche:

  • Creando un “luogo” operativo dove centralizzare le operazioni amministrative e burocratiche di base della BdT
  • aprendo una volta alla settimana uno “sportello” a cui rivolgersi per avere informazioni.
  • svolgendo su appuntamento i colloqui di iscrizione alla banca del tempo,  aprendoli a tutti i cittadini interessati.
  • attivando la promozione di questa particolare forma di attività creditizia di scambio di servizi al fine di ricercare i primi soci/correntisti in seguito costituenti il comitato organizzatore della Banca della del Tempo.
  • organizzando momenti di incontro collettivi per dare la possibilità ai correntisti di conoscersi reciprocamente;